Il Galletto Blu

Il Galletto Blu

domenica 12 febbraio 2012

CORREDO


Faccio parte di una generazione di donne , che hanno vissuto il bellisimo periodo della preparazione del corredo matrimoniale.Arrivata all' età di circa 13 - 14 anni , la mia mamma , appoggiata dalla mia zia, iniziò a comprare metri e metri di tela madonna, lino per asciugamani e tovaglie. Io abbagliata dalle fantasie del periodo anni "80, lenzuoli in cotone colorati o stampati con fiori, animali o addirittura i primi paesaggi ,
asciugamani in spugna,  nei colori più abbaglianti, e per la cucina iniziavano a fare capolino i primi abbinamenti
tovagliette monoposto con tovagliolo, guadavo un po' scettica tutto quel bianco , ecrù , ricami , e trine.
Ma guai a parlare di cotone, IL COTONE AMERICANO, terrore . Si diceva che a metterlo in lavatrice scoloriva,  gli asciugamani non asciugavano e cosi via, tutti discorsi a vanvera. Solo le nostre tele i nostri cotoni  erano i migliori, tutto ITALIANO, certo che le donne una volta erano toste, non so' se tutta la merce che oggi ci propinano , l' avrebbero comprata.  Per partecipare alla preparazione del corredo, mi obbligarono ad imparare il famoso giornino, con queste sfilature si rifinivano gli asciugamani , i lenzuoli le tovaglie, poi si passava al ricamo, punti semplici, e poi di seguito lavori piu' impegnativi. Quando si iniziava un lavoro doveva essere terminato, cosi' usava. Gli asciugamani della foto , sono di lino, con le famose sfilature,
ricami a punto croce, e vari punti, trine ad uncinetto. Ringrazio mia madre, che mi ha insegnato questa bellissima passione del ricamo , perchè mi sono trovata dei piccoli tesori, cose che con il tempo hanno sempre valore anche affettivo. L' unica ripicca , che ora inizio mille lavori, sparpagliati per casa , sacchetti pieni di stoffa, maglie da terminare, ricami , lavori ad uncinetto, un giorno o l' altro mi sommergono.

Nessun commento:

Posta un commento